zedla zone


LUOGHI NEUTRI
giugno 14, 2007, 7:54 pm
Filed under: Uncategorized

Esistono luoghi neutri dove è tacitamente concesso fare molte cose che in altri luoghi non si farebbero. Sto parlando delle automobili: quando ci chiudiamo in auto pensiamo di essere da soli e soprattutto pensiamo che nessuno ci guardi, ci noti, ci “giudichi”. E così, fermi al semaforo o incolonnati verso la spiaggia, si vedono dita infilarsi nel naso e nelle orecchie.

Come trattenere una puzzetta? Per fortuna quella la può sentire solo il proprietario.
Come trattenere le lacrime quando si sta per esplodere?

6inch-025.jpg

Trovo molto affascinante la cosa. E’ come se il livello d’attenzione per il proprio autocontrollo calasse di colpo e lasciasse il posto al nostro essere naturale e naturalmente animali.

Advertisements

3 commenti so far
Lascia un commento

eh..eh.. si tratasse di puzzette, lacrime e dita nel naso… a volte in macchina si da il peggio di sè stessi in ben altri modi (prendi tutta la gente che bestemmi contro la vecchietta, che attraversando lentamente, crea un ingorgo o cose simili). Comunque sono completamente d’accordo con te. L’automobile è come una sorta di cronotopo, come tutto ciò che sta al di là del vetro di fatto, anche in altre circostanze. Si crede di sfuggire agli sguardi, di essere in possesso di un’intimità, compresa nel prezzo dell’auto e invece.. e invece il tuo vicino di semaforo, ti vede proprio in quel momento lì, quando stai per dare sfogo a qualche istinto animale.. Bisogna essere vigili, mai abbassare la guardia! Il grande occhi (1984-g.orwell) ci osserva!!

Commento di Cruna

Dicono che stare in macchina durante un temporale sia uno dei posti più sicuri perchè la macchina fa da scudo ai fulmini.
La famosa gabbia di fahrenheit.
infatti in un qualsiasi involucro di metallo, una carica elettrostatica si posiziona solo esternamente. Avete mai visto un canarino morto fulminato? Io no.
Dopo la lezione di fisica, passo alle mie supposizioni.
La schermatura serve a schermare anche i pensieri… Raramente si cambia umore in macchina, perchè secondo me i pensieri rimangono all’interno dell’abitacolo e non riescono ad uscire.
La macchina è come la pancia della mamma, ci sentiamo a nostro agio perchè siamo dentro ad un non luogo che ci porta in altri luoghi. I non luoghi sono posti impersonali, è tuo ma non lo è, ti senti solo ma con il conforto di tante altre persone sole.
La macchina è un controsenso e se gli alieni verranno dallo spazio, rimarranno stupiti di un’invenzione assurda e geniale come la ruota.

Commento di Giaz

concordo pienamente con te zedla.. è verissimo!!

Commento di marica




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: