zedla zone


VISITE NOTTURNE
maggio 11, 2007, 9:17 pm
Filed under: Uncategorized

Loro: Finalmente entrò in camera e lanciò i vestiti sulla sedia che era già colma di cose impossibili. Io aspettavo che spegnesse la luce, la mia fame aumentava a dismisura. Le altre erano intorno a me ma non riuscivo a vederle. Buio. Attesi una decina di minuti in modo tale che lei fosse completamente intontita dal sonno. Mi avvicinai lentamente, facendo meno rumore possibile, le sfiorai il viso. Fece uno scatto con la mano e mi buttò a terra. Non riuscivo più a muovermi, non avrei fatto più nulla. Desiderai con tutta me stessa che le altre mi vendicassero: si mossero per tutta la notte e mangiarono tanto da scoppiare. Sapevamo che al suo risveglio almeno una fra noi sarebbe stata punita. Infatti due delle sette sorelle ci lasciarono, assieme ad una piccola chiazza rossa sul muro.

mano-di-sangue.jpg

Io: Gettai i vestiti sulla sedia ma finirono inesorabilmente per terra. Finalmente a letto: il momento più bello è quando ci si rende conto di non avere più il controllo dei pensieri, significa che in pochi secondi si cade nel dolce mondo dei sogni, a meno che… a meno che non arrivi una cazzo di zanzara a posarsi sul tuo naso facendo bzbzbzbz. Mi diedi una sberla, non la sentii più, dovevo averla uccisa. Non mi sento in colpa ad amazzarle. Mi riconcentrai, ma ne sentii ancora e ancora e così accesi la luce e le attesi in silenzio, niente.. erano già le 2.30, spensi la luce.. e ne sentii ancora e ancora… Finchè non sentii anche la sveglia e così mi alzai definitivamente. Ne “beccai” prima una e poi un’altra, le schiacciai al muro chiamandole per nome, erano gonfie di sangue. Ste zoccole, se morite tutte cosa succede alla catena alimentare?

Advertisements

4 commenti so far
Lascia un commento

Ah, Ah.. spassossimo!! I ragni, comunque, sono per eccellenza i divoratori di zanzare. Dovessi decidere di metterti un ragnetto da compagnia in casa, sappi che non dovrai mai e poi mai ammazzarlo (quando vorrai liberartene dovrai dolcemente tentare di metterlo su un foglio di carta e poi adagiarlo per terra in terrazzo o in giardino). I ragni sono portatori di buona sorte, oltre che silenziosi divoratori di zanzare e in generale tengono abbastanza lontani anche altro generi d’insetti. A differenza di ciò che si pensa di solito, non sono affatto animaletti schifosi e le loro ragnatele (parlo per i ragni “domestici”) sono non troppo grandi, angolari e pressoché invisibili. In città non ho un ragno domestico, in vero, per liberarmi delle 7 sorelle (ma in realtà a volte sono molte di più) uso il famoso DDT (sotto varia forma, spray, piastrine, usw..), ma al mare, confesso di avere un piccolo ragnetto angolare, l’ho chiamato Jimmy-gnam-gmam. Mi chiedo come faccia a sopravvivere ogni anno alle energiche pulizie di inizio e fine stagione della mia domestica.. comunque, sia lui o siano altri poco importa. Spero di non averti sconvolta o disgustata, invitandoti ad adottare un piccolo ragno da appartamento. Se hai ancora delle perplessità, aggiungo: pensa alla gente che tiene gatti (io adoro i gatti, bada) in casa, con le loro belle lettierine, che voglio dire, pulirle non è proprio il massimo, oppure alla bava dei cani, che rimane sui tappeti persiani.. il ragno no: non sporca, non devi dargli da mangiare, a volte non t’accorgi neppure che ne hai uno in casa, figurati! Insomma: adotta anche tu uno Jimmy-gmam-gmam!!

Commento di Crù-Leelou

Una volta avevo un ragno in camera, di quelli con le gambe lunghe e sottili che quando si muovono fanno quasi impressione per la lunghezza dei passi. Non ebbi il coraggio di mandarlo via, volevo vedere cosa combinava. Dopo un po’ ne arrivò un altro e il fatto che fossero in coppia mi piaceva, li lasciai vivere. Dopo un paio di settimane partorirono una decina di cuccioletti, esseri minuscoli con le zampe lunghissime. Non li uccisi, ma li mandai via.. mi sembrava un pò eccessivo!
Comunque interessante questa cosa dei ragni, me lo ricorderò, tra un po’ dovrebbero arrivare! Grazie!!! 😉

Commento di zedla

Molto brava! ho capito alla fine la parte iniziale… brava brava brava

Commento di gino

Grazie grazie grazie, sono contenta quando i racconti mi riescono bene. E’ davvero divertente scrivere così..

Commento di zedla




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: