zedla zone


L’ULTIMO ATTO
marzo 27, 2007, 11:51 pm
Filed under: Uncategorized

Era ricco sfondato… e solo. Aggiustava scarpe: le metteva in forma, le ricuciva, le riportava allo splendore che avevano quando ancora odoravano di incontaminato. Nel suo stanzino l’odore di pelle e colla era impreganto nelle pareti tapezzate di poster. Doveva aver visto qualche documentario alla televisione o forse quand’era giovane si era permesso un viaggio in Francia perchè in quei poster c’era la rappresentazione del suo sogno: Versailles.

calzolaio.jpg

Era ricco sfondato e non aveva famiglia, tantomeno eredi. Decise di impegnare tutti i suoi soldi nell’unica cosa che gli era fedele: la sua casa. Doveva diventare come quella reggia, passo dopo passo, anno dopo anno.

Iniziò i lavori aggiungendo sul pergolato delle sottili colonne di gesso, poi acquistò diverse statue di Veneri greche e piantò la siepe che fece regolare da un giardiniere. Colorò l’ingresso di rosa e di verde e ogni anno ripassò la tinta. Nel complesso risultava aprezzabile lo sforzo ma il risultato era molto discutibile.

L’ultimo atto fu quello di rivestire il muretto esterno con del marmo nero. Non uscì mai più di casa, la montagna di scarpe da aggiustare nel frattempo lievitava a dismisura. Nessuno seppe più nulla di lui per diversi giorni.

La sua casa era l’unica cosa che gli era rimasta fedele, in eterno.

Annunci

6 commenti so far
Lascia un commento

mio dio che angoscia e solitudine. mi par di leggere il mio ultimo post sul blog. ma cos’è, la primavera comporta squilibri emozionali anche ad altri?

ciao zed. purtroppo non ci saremo al deliriock. avremo l’inaugurazione del nostro locale! vorrà dire che verrai tu più avanti a trovarci! 😉

ciao zed dami

Commento di dami

Ma che figata! aprite un locale? Non vedo l’ora di raggiungervi!

La primavera?.. non so, io attingo da fatti e persone reali, poi ci lavoro di fantasia. Ho scoperto, già da molto tempo, che risulta più immediato scrivere di cose tristi.. non so perchè.

Commento di zedla

mi sa tanto che qui parli del “sindaco” di spineda.. il calzolaio che abita davanti alla chiesa, giusto??

Commento di marica

brava!!!!!! sei la prima ad aver capito di chi si tratta!!!!

Commento di zedla

beh quella casa è sempre stata un incubo.. e la sta facendo diventare sempre peggio… notato che oltre al marmo nero ci ha messo pure la ringhiera bianca e dorata??

secondo me si sta preparando la tomba.. fa molto casetta mortuoria quel marmo..

Commento di marica

Io svolgo l’attività di calzolaio da quasi 50anni e non riesco a mettere da parte che il poco che mi basta per vivere e fare vivere la mia famiglia. forse perché lui era solo e non doveva pagare tasse ha potuto vedere avverarsi il suo sogno. Per me alle soglie dei 60anni è ancora solo un bellissimo sogno anche se sono felice così con la mia adorata famiglia, questa è la mia vera ricchezza. Chi mi vuole conoscere venga a Roncade (TV)

Commento di Maurizio Brombin




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: