zedla zone


PIANTALA
novembre 9, 2006, 9:38 pm
Filed under: Uncategorized

Dicono che parlare alle piante fa bene, alle piante.

Dicono che abbracciare gli alberi fa bene, a noi. E gli alberi?

abraza_arbol.jpg

Dipende da come ci parliamo e da come li abbracciamo perchè se gli scarichiamo addosso tutte le nostre ansie e la nostra tensione le povere piante muoiono in fretta. Comunque io non ho mai fatto nè l’una nè l’altra cosa. Ci vorrei provare. A San Zenone c’è una persona  molto nota che da anni abbraccia gli alberi e organizza anche delle passegiate fra i boschi.  Ormai non so più cosa voglia dire stare in mezzo alla natura, pur abitandoci.  Quand’ero piccola conoscevo il nome di moltissime piante, fiori, insetti ecc… infatti trascorrevo le estati giocando all’aperto e facevo i km tra una riva, una collina e una strada sterrata, ma ora ho dimenticato praticamente tutto.. e io che speravo di insegnare qualcosa ai miei figli vista la quantità d’asfalto che cresce sotto ai nostri piedi e di cemento che si alza davanti ai nostri occhi… tristezza.

A tal proposito: http://www.senyoritapaula.com/    … ci sono molte illustrazioni e foto, basta scorrere sul menù…

Annunci

4 commenti so far
Lascia un commento

Il mio vicino di casa, ogni sabato pomeriggio, accarezza il prato con il rasaerba.
L’erba del vicino è sempre più verde!

Commento di giaz

…e la mia piu’ buona!…alla nascita di mia sorella il comune ha piantato un albero lungo i sentieri natura (ciao bruno)e l’hanno chiamato Laura. Con il lauro ci si laurea…
(L’alloro, detto anche lauro, era la pianta sacra ad Apollo che si fece una corona con i suoi rami, dopo aver trasformato proprio in una pianta di alloro Dafne, figlia del fiume Peneo, che lo fuggiva.

Serti di alloro completi delle bacche venivano imposti ai nuovi dottori in molte università e alcuni sostengono che da tale usanza derivi il termine baccalaureato)

Commento di valevola

Vale servizio sms on line!

Commento di zedla

hai scritto una gran cosa. purtroppo è ciò che è succede a me. anch’io abito in posto dove pian piano s’è riempito d’asfalto. una volta si camminava per i campi, vicino casa, e gli insetti saltavano a migliaia ad ogni passo. adesso non c’è più niente…

meno male che abito attaccato a un parco protetto adesso. gli animali li vedo ancora ma intorno a me sta tutto fottendosi. i miei figli, se mai ne avrò, avranno un bel mucchio di libri illustrati da guardare, per sapere

che auto disfatta questo progresso. purtroppo l’inevitabile paga la sua indifferenza

Commento di J.Brasa




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: