zedla zone


SI PARTEEE
luglio 27, 2006, 1:38 pm
Filed under: Viaggi

Si parte si parteeee

Mai come quest’anno ho desiderato partire.

Ho deciso che per un po’ di giorni vedrò di disintossicarmi dal computer e dal web… ci vuole un po’ di distacco! Poi ho tutto l’anno per fissare il monitor. Quindi annoterò le varie cose in un caro e vecchio taccuino con la matita e poi mi metterò a trascrivere una volta a casa… Porterò le mie spilline lassù sperando che si riproducano… le formiche…

Un abbraccio a tutti quelli che non ho potuto salutare, penso che vi penserò poco…magari giusto un po’..

Ps. lasciatemi il vostro indirizzo di casa se volete che vi spedisca una cartolina, inviate tutto a zetalaura78@hotmail.com, oppure se ve ne sbattete della privacy scrivetemelo quà fra i commenti…(ogni tanto controllerò la posta, ogni tanto…)
Ok, adesso preparo la valigia sperando di non farla troppo pesante, mamma mia che agitazione..cmq i finlandesi credo siano parecchio niocchi..

finlandesetipo.jpg

Hola todos..quando torno vi saluterò in suomi!

Bacissimi



ODE AL CALIPPO
luglio 23, 2006, 7:28 pm
Filed under: Pensieri

calippo.jpg
Beh intanto grazie perchè è il mio gelato preferito. Bravo!

Ode a lui perchè è il gelato più dissetante dell’estate, perchè in tutti questi anni ha cambiato abito un sacco di volte ma è rimasto sempre lo stesso. Ode al calippo perchè non è come un ghiacciolo normale col bacchetto, è molto ma molto più impegnativo e l’impegno, si sa, va premiato. Ode a lui perchè per iniziare a mangiarlo bisogna riscaldarlo con le mani e spingere verso su, quand’ero piccola spesso premevo troppo e così mi ritrovavo le goccioline di coca cola che scendevano sui pantaloni dal fondo dell’involucro. E’ successo anche che rimanesse nel bordo un pezzo della sottile stagnola del tappo…e lì inevitabilmente ci si tagliava però poi ci si cauterizzava in fretta col ghiaccio. Ode a lui perchè è uno duro e prima di riuscire a morderlo devono passari diversi minuti però poi, quando si lascia addentare è la fine del mondo (beh ho un po’ esagerato adesso…).

Ode a lui perchè ad un certo punto, quando è pronto, lo puoi tenere fermo con la lingua mentre aspetti che scenda il succo che lentamente si scioglie e così diventa un po’ come un mangia e bevi.

Ode!!!



LA FUGA
luglio 22, 2006, 3:57 pm
Filed under: Pensieri

mare.jpg

Si schiatta. I telegiornali urlano all’emergenza caldo e io due anni fa mi ero laureata, e faceva lo stesso caldo, anzi forse di più. Non vorrei dare la colpa alla temperatura se il mio cervello inizia a fare acqua..acqua.. magari…Mi sto avvicinando alla soglia dei trenta. Ieri ho letto un libro in un giorno, chi me l’ha regalato ha detto che era troppo scritto per me..non aveva torto ma adesso vorrei tagliarmi le vene per lungo. Ne sto leggendo un altro al quale mi sento, citandolo, molto “risonante”…ma anche questo mi fa sentire un punto nero minuscolo che vorrebbe autoeliminarsi. Il mio livello di empatia ha assunto toni minacciosi, dovrei allora smettere di leggere? Mi sembra che dovevo smettere di fare anche qualcos’altro..l’avevo scritto..

E se invece iniziassi a fare qualcosa, non sarebbe una brutta idea…ma cosa?

Tutti i miei personaggi dei vari libri sono fuggiti all’estero per un periodo che andava al di là delle ferie, io la settimana prossima vado in Finlandia, se non torno è perchè…



IL TEMPO E’ VERTICALE O E’ ORIZZONTALE?
luglio 19, 2006, 11:35 am
Filed under: Pensieri

Siamo abituati a pensare che il tempo sia una progressione verticale verso un punto più o meno lontano da noi, dall’attuale. E se invece pensassimo al tempo in senso orizzontale, dove contemporaneamente alla nostra attualità esistono migliaia di altre attualità a livelli spaziali differenti? E con questo non intendo dire che mentre io sono qui a scrivere tu sei lì che leggi…con questo voglio dire quello che ho scritto sul post degli Universi paralleli.

Sicuramente non dico una novità, e probabilmente nemmeno una cavolata. L’unica certezza che ho è che sono limitata e adesso mi viene voglia di leggermi qualcosa di serio.

Qualcuno che avrei voluto conoscere:

einstein.jpg
Con Einstein si realizza un grande cambiamento nel modo di pensare allo spazio ed al tempo: l’equazione della relatività stabilisce che se la massa dei corpi in movimento varia a seconda della velocità, allora nuove dimensioni dello spazio/tempo vengono definite dalle interazioni della massa variabile con il campo dell’energia.

Per Einstein spazio e tempo non sono più quantità assolute e distinte, di valore primordiale come aveva supposto Newton, ma intrinsecamente relative, per cui lo spazio non è assolutamente distinguibile dal tempo; sono gli eventi di interazione tra energia e materia che determinano dimensioni variabili dello spazio/tempo nell’universo.

“….sono gli eventi di interazione tra energia e materia che determinano dimensioni variabili dello spazio/tempo nell’universo”.



TAMPAX TI CI FICCO
luglio 17, 2006, 11:02 pm
Filed under: Pensieri

sponsored-by-tampax-216.jpg
Si, voglio parlare proprio di questo perchè è un argomento importante e spesso i maschi non lo sanno e i tampax se lo meritano un piccolo momento di gloria (come se non ne avessero già abbastanza).Capita che in quei mitici cinque giorni, che poi non sono mai cinque ma di più, se sei leggera come una farfalla è solo perchè ti spari in corpo una dose di droghe legalizzate e la pubblicità vorrebbe farti credere che con due ali puoi spiccare il volo e andare anche ad inculandia che non ti accorgi di niente. Nella realtà le alette sono davvero poca cosa rispetto alla magia dei Tampax, favolosi involtini di cotone ai quali pure Elio e le storie tese ha dedicato una canzone dal testo straordinario: vedi il link http://www.lyricsmania.com/lyrics/elio_e_le_storie_tese_lyrics_103/italian,_rum_casusu_cikty_lyrics_474/essere_donna_oggi_lyrics_5485.html).

La mia vita senza i tampax sarebbe diversa e come la mia anche quella delle mie amiche e parenti da me istruite nel corso degli anni. E non è una cavolata, è vero! Questa è la rivoluzione, questa è la soluzione per poter essere te stessa e fare le tue cose anche in quei giorni maledetti. Sono così comodi che addirittura capita certe volte in cui ci si dimentica di averli e poi ci lasciano e vanno via via per la loro strada e il fatto straordinario è che loro, fantastici ometti, anzichè diventare piccoli piccoli come farebbero i mortali dopo la caduta…loro no! loro si espandono, si allargano e riempiono quell’acqua che li culla da sotto i nostri piedi. Loro, reginetti delle fogne, ritornano alla purezza e al candore e lo diffondono tutt’intorno estinguendosi lentamente.

(E’ fantastico il percorso di un tampax..pensiamoci bene…)

Una donna che non conosce i tampax non sa cosa si perde…

Un uomo che non potrà mai provare l’ebrezza del ciclo e quel che ne segue…non sa cosa si perde…

Io, detto questo, so cosa mi perdo.



CHE SONNO…MAGARI
luglio 15, 2006, 9:31 am
Filed under: Pensieri

occhi.jpg
Dopo aver trascorso due settimane con la bocca aperta-rischio mosca, attraverso notti insonni-occhi aperti rischio che mi esplodano…Quindi adesso sto soffrendo d’insonnia? Devo fare la ricerca? Anche no..sono troppo stanca. E’ facile da capire il motivo per cui quando vado a letto non prendo sonno: iperattività! Ma chi l’avrebbe mai detto! Finlandia non sai quanto ti desidero…



SuperZoccola
luglio 11, 2006, 11:42 pm
Filed under: Pensieri

zoccoletti.jpg

Ieri. Bologna. Notte fondissima. Rientravo con la mia piccola e fedele orchestra di zoccoli e l’unico suono che si sentiva era quello dei miei passi. Ho pensato: che cosa sarebbe se adesso maglietta e pantaloncini si trasformano in mitica tutina aderente da super eroe? SuperZoccola è qui per salvare le vite alle fanciulle smarrite della strada.

Di ometti ne sono rimasti pochi…e spesso sono pure poco simpatici. Rischio di diventare femminista, lo so. Oppure dovrei darmi al mistico…è un’idea anche questa…